Follow:
Asia, Cibo, Giappone

I migliori ramen in Giappone

In Giappone a caccia dei migliori ramen

Per il mio secondo giro in Giappone mi sono prefissato di approfondire la conoscenza con il piatto più tipico di questo straordinario paese, che non è il sushi, bensì il ramen. Anche se la descrizione non è particolarmente invitante – ” spaghettini in brodo con un pezzo di arrosto sopra” –  il risultato finale è assolutamente fantastico.

Come per la pasta in Italia, ogni regione giapponese ha sviluppato la propria variante, dal tonkotsu di Fukuoka con il brodo a base di ossa di maiale, al ramen di miso dell’Hokkaido. Ispirato dagli articoli di Patrick Colgan sulla ricerca del ramen perfetto e sui suoi ramen preferiti a Tokyo ho cercato di assaggiare tutte le tipologie possibili, passando da Tokyo a Nagasaki e frequentando le ramen station e i ramen stadium, dove sono presenti molte varianti regionali. Il risultato sono stati 14 ramen in 12 giorni e l’acquisita consapevolezza che è un piatto che, al pari della pizza, si potrebbe mangiare (quasi) tutti i giorni.

Qua di seguito pubblico i miei premi finali.

Miglior ramen in assoluto: Mutekiya a Ikebukuro (Tokyo). Qua, come in tantissimi altri posti c’è sempre coda, ma è ripagata da quello che è semplicemente il ramen perfetto: brodo saporito, carne magnifica e possibilità di personalizzare la zuppa con tante aggiunte.
20170116_140336_HDR

20170116_140313_HDR

Miglior rapporto qualità/prezzo: Hakata Tenjin a Shinjuku (Tokyo) – ma esistono altri shop di questa catena con il maiale sul tendone.  Con 500 yen (4 euro) si può avere un tonkotsu ramen di buona qualità. Sarà perché ho scoperto la bontà del ramen in questo particolare posto durante la mia prima visita in Giappone, ma penso che per questa cifra non si possa ottenere nulla di meglio.

20170117_231001

Il “mio” ramen perfetto: Niigata Touyoko alla stazione di Kyoto. Brodo a base di miso, saporitissimo che si può allungare a piacere con la wari soup servita insieme al ramen. Questa personalizzazione insieme ai grossi tagliolini e al sapore sempre in evoluzione lo rendono il mio preferito a livello strettamente personale.

20170126_140606_HDR

20170126_141535_HDR

Ramen più particolare: Nagi a Shinjuku (Tokyo). In questo minuscolo shop situato al primo piano a Golden Gai servono un ramen con il brodo a base di pesce. A mio parere un po’ troppo particolare per essere assaporato fino in fondo (dopo un po’mi ha stancato).

20170117_223927

20170117_224459

Ramen più intenso: Fuunji a Shinjuku (Tokyo). Code lunghissime e un po’ pressanti (si aspetta letteralmente dietro la sedia di chi sta mangiando), ma lo tsukemen qua è eccezionale. La particolarità di questo tipo di ramen è che servono i tagliolini a parte e vengono immersi nel denso brodo un boccone alla volta.

20170119_194921_HDR

20170119_200416_HDR

20170119_200433_HDR

Ramen più “italiano”: Tokushima Ramen Todai alla stazione di Kyoto. Qua il brodo mi ha ricordato il sugo del classico spezzatino italiano, mentre in realtà è un misto tra maiale e salsa di soia. Può essere servito con un uovo crudo al centro (che non ho preso), è comunque ottimo.

20170125_210112_HDR

Miglior Tonkotsu: Ippudo a Fukuoka. Stessa tipologia dell’Hakata Tenjin, ma di qualità superiore (e a un prezzo doppio).

20170122_132726_HDR

Altri ottimi ramen che consiglio caldamente:

Osaka Aramaudo alla stazione di Osaka. Brodo saporito leggermente pepato a base di maiale e buona carne.

20170126_200008_HDR

Daikoku Ramen vicino al Tofuku-Ji di Kyoto. Piccolo shop di quartiere pieno frequentato dai locali. Buono ed economico.

20170125_123806_HDR

20170125_124031_HDR

Kizo di Sendai e Daichi di Sapporo nel Ramen Stadium di Fukuoka. Non potendo visitare queste città e assaggiare il loro ramen sul posto, mi sono accontentato di provarli in questo “stadio” nel centro commerciale Canal City. Entrambi ottimi.

20170122_190810

20170122_195958

Un altro posto consigliato è il Museo del Ramen a Yokohama. In una ricostruzione stile Gardaland della Tokyo del 1948 (in particolare il quartiere popolare di Shitamachi) si possono assaggiare i vari tipi di ramen giapponesi nei punti vendita di 8 celebri catene. Molto curioso ed interessante (e buono).

IMG_5867 (Large)

IMG_5884 (Large)

IMG_5843 (Large)

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

2 Comments

  • Reply Andataoritorno

    Sono in partenza ad aprile! Ho segnato tutto!! Un grazie forte

    24 febbraio 2017 at 10:26
    • Reply Paola Annoni

      QUesta volta il super grazie è per Gianni <3 Glileo passo 😉 abrazos!

      24 febbraio 2017 at 10:30

    Leave a Reply