Follow:
USA

Hawaii: curiosità e info pratiche. Domande sparse.

 

Le Hawaii sono una meta da sogno, il posto più agognato, lontanissimo, esotico come non mai.

Eppure non ne subivo il fascino. Ho sempre avuto un po’ la sensazione che fossero troppo mitizzate, che venissero trattate con privilegio perchè americane. E si sa che gli americani hanno un grande talento nel farti passare tutto come favoloso, anche quando si tratta di una capanna del 1960 quando tu abiti in una casa che è 3 volte più vecchia.

Invece mi sbagliavo, e alla grande.

Le Hawaii sono famose e la loro fama è maledettamente meritata.

Siamo tornati quasi da una settimana e ho nello stomaco quella sensazione di “saudade” che ho provato solo per l’Australia, per la Birmania. Posti che hanno saputo toccare delle corde che  solo una natura devastante, una bellezza senza pari e qualcosa di veramente diverso possono darti.

Le Hawaii sono una meta da mettere nella bucket list, un viaggio da desiderare ardentemente, in cui innamorarsi e cambiare idea.

COn questo post volevo rispondere ad alcune domande generali che mi sono state fatte, così da poter cominciare a farsi un’idea, poi sto preparando post per tutte e  tre le isole.

Partiamo?

 

L’itinerario: come l’avete organizzato e suddiviso?

In due settimane abbiamo fatto tre isole: Oahu (3 giorni), BIg Island (7 giorni) e Maui (6 giorni).

Si vedono tranquillamente, godendosi momenti di vero relax e senza fare troppo le corse come al solito. Ci sono così tante cose da fare che quasi potresti non andare al mare, ma il mare è talmente bello che ti perdi nella sua meraviglia, quindi “andare in spiaggia” è decisamente un’attività da mettere in lista nelle cose  attive da fare.

DCIM100MEDIADJI_0329.JPG

DCIM100MEDIADJI_0198.JPG

IMG_5506

 

Perchè non siete andati a Kauai?

Il prossimo che me lo chiede viene bannato. Quando mi fanno questa domanda mi immagino dal gelataio: prendo tre gusti da un elenco infinito facendo anche fatica a selezionarli perchè la mandorla è buonissima ma lo zabaione è fantastico. Alla fine decidi per miele, zabaione e mandorla. Ti danno il cono in mano, ti volti e uno con sguardo di disapprovazione dice “buoni eh, però se avessi preso il pistacchio…” Certo, buono, ma bisogna scegliere. Se avessi preso il pistacchio mi avreste detto che il miele era più buono. QUindi, in un futuro si tornerà e faremo il resto.

 

Com’è Honolulu?

Brutta. Ma brutta brutta.

Ma Honolulu non è Oahu, Waikiki non è Oahu. L’isola su cui tutti atterrano più essere davvero fuorviante sull’immagine che uno può farsi delle Hawaii. L’isola è bella, verde, piena di trekking da fare, col mare cristallino, cosparsa di piccoli paesini, un entroterra sconosciuto ai più. Oahu merita una tappa, Honolulu va bene come base per partire all’esplorazione.

 

Con chi avete noleggiato le macchine?

Sulle tre isole abbiamo noleggiato sempre con compagnie diverse, sempre passando per Rentalcars.

Pare che la macchina più diffusa in assoluto sia la Nissan altima (un macchinone comodo e lungo), solo a Big Island siamo stati un po’ sfortunati: abbiamo preso la macchina base, la ragazza al noleggio ci ha detto “ci state, ma forse questa ford fiesta è un po’ piccola per voi”. Ovviamente abituati a sentici offrire degli upgrade abbiamo declinato le offerte. Peccato che fosse un modello di ford Fiesta che mi ha fatto venire in mente questo disegno:FB_IMG_1462595172861

E’ chiaro che anche quelli che hanno creato quella Fiesta si immaginano le persone così. Essendo tutti alti e con le gambe lunghe sembravamo 4 elefanti in una cinquecento. Divertente se devi starci una mattina, non sette giorni.

 

 

Avete avuto problemi in termini di sicurezza? La lonely Planet parla molto di furti nelle auto.

No, nessun problema. Non c’è stato mai nemmeno un momento in cui ci siamo sentiti poco sicuri. Ovviamente ogni cosa va fatta con sale in zucca: neanche a Fiorezuola lascio la macchina aperta con la reflex dentro in bella vista. Le Hawaii non sono pericolose, a Honolulu di senzatetto se ne vedono, ma non moltissimi. E’ decisamente una destinazione per famiglie.IMG_1384

IMG_1413

IMG_1608

 

Sono un posto per chi ama la vita notturna?

No, decisamente. Troverete qualcosa a Honolulu, ma sulle altre isole la vita scorre lenta, pigra e di giorno. Se danate a Big Island per cercare le discoteche, è meglio cambiare il biglietto per una movimentata Bangkok, se invece cercate giornate piene di bellezza, paesaggi che continuano a cambiare, pesce fresco, vulcani, mare, la possibilità di passar da 0 a 4000 metri in due ore, delfini che saltano, foreste e montagne rocciose… Beh, avete trovato il vostro posto da sogno.

 

Come ci si sposta da un’isola all’altra?

In aereo, decisamente.

Da Oahu a Big island abbiamo volato con l’Hawaian airlines, da Big Island con la Mokulele airlines. Il primo era un volo di linea, il secondo volo pensavo fosse uno scherzo. siamo andati con la navetta del noleggio auto all’aeroporto, ha saltato tutti gli imbarchi…E’ andato oltre, molto oltre.

Siamo arrivati nell’hangar commerciale dove c’erano solo dei cessna e degli aerei cargo. Siamo saliti su questo baracchino 10 posti e io mi sono maledetta per non essermi informata prima.

Il volo in realtà è stato FAVOLOSO e volare a bassa quota tra BIg Island e Maui è stata un’esperienza meravigliosa. Una delle migliori in assoluto. La barca non l’abbiamo nemmeno presa in considerazione.

DCIM100MEDIADJI_0220.JPG

DCIM100MEDIADJI_0224.JPG

DCIM100MEDIADJI_0226.JPG

DCIM100MEDIADJI_0345.JPG

Si può mangiare senza spendere una follia?

Si può, anche se è dura.

A parte le catene solite di confort food e di fast food americane, spesso si trovano food truck, ma hanno prezzi abbastanza proibitivi. Una su tutti quella dei gamberi di Giovanni’s: buonissimi, ma 10 gamberi costano circa 10€. Una soluzione che abbiamo adottato spesso è stato Foodlands e il suo poke (piatto tipico hawaiano fatto di tonno crudo marinato in salsa teriaki e condito nelle maniere più stravaganti). In questi grandi supermercati si trovano – inoltre- anche tantissime soluzioni a basso costo, tra cui, nel banco frigo, anche tutti i cibi freschi del giorno prima a prezzi che sono circa 1/3: un’insalata che costa in giornata 8$ il giorno dopo ne costa 3 ed è buona uguale.

Quali sono le differenze naturalistiche tra le varie isole?

Il punto non è tanto quanto sono diverse l’una dall’altra, ma quanto sono diverse le isole al loro interno! Big Island, per esempio, ha 10 microclimi diversi, si va dalle spiagge nere a quelle bianche, alle montagne, alla foresta. Il tutto con un cambio decisamente repentino. Maui altrettanto. Forse la più “omogenea” di quelle che ho visto è Oahu.

Paradossalmente ci sono così tante cose da vedere lontano dal mare che potresti quasi non andarci… Ma il mare è FONDAMENTALE in un viaggio alle Hawaii. Quindi, facciamo gli alternativi ma non troppo.

DCIM100MEDIADJI_0155.JPG

DCIM100MEDIADJI_0092.JPG

DCIM100MEDIADJI_0249.JPG

DCIM100MEDIADJI_0246.JPG

DCIM100MEDIADJI_0329.JPG

IMG_1345

Quali sono le più americanizzate?

In due settimane ho visto Oahu, Maui e Big Island.

La prima è la più “estrema”: sulla costa di Waikiki sembra che hanno vomitato Manhattan per quanti grattacieli ci sono: si trovano shopping mall, Walmart, McDonald’s e tutto quello che farebbe sentire a suo agio il più americano degli americani. Ma appena ci si sposta da qui l’aria cambia e tutto è più tranquillo, “civilizzato” ma autentico.

Maui è una via di mezzo: c’è tutto, ma conserva un’aria Naïve ed è puntellata di paesini che sarebbero la gioia di qualsiasi chic/freak/surfista/appassionato di shabby chic.Paia e Makawao su tutte. Deliziose.

Big Island a parte qualche resort e centro commerciale qua e là è davvero ancora “dormiente” (sempre secondo gli standards americani). E’ selvaggia, ed è bellissima.

Il cibo hawaiano è buono?

Ni. A parte il poke (il tonno marinato a cui accennavo prima) il cibo regionale non mi piace molto.

Primo su tutti il poi, questa specie di pappetta fatta col taro. Diciamo è molto particolare e non vorrei usare termini troppo forti (se volete, chiedetemelo in privato!).

Il Kaulua pork, invece è divino. Davvero, super. Il lomi lomi salmon (verdurine – principalmente pomodori – con piccoli, minuscoli, impercettibili pezzi di salmone), non mi piace. I loro noodle non mi piacciono. Insomma, è tutto troppo dolce per i miei gusti.

Questo ovviamente non vuol dire che sulle isole non si mangi bene: si mangia divinamente di tutto: da memorabili fish tacos a piatti di tutti i tipi (sempre accompagnati con gigantesche palle di riso che tutti avanzano).

Una nota va fatta sulle porzioni: sono sempre, perennemente, gigantescamente abbondanti. A tratti direi mostruose. E se lo dico io, credeteci. Dovrò scrivere un post su tutti i posti in cui abbiamo mangiato, perchè la varietà è davvero curiosa. Sapete per esempio che a Hilo c’è un posto aperto 24 h al giorno che fa pancake giganti? Si chiama Ken’s e se prendi il piatto gigante suona un gong e tutti urlano “SUMO!”. Decisamente una tappa curiosa…

Per farvi un’idea sul cibo hawaiano fatevi accompagnare dal minuto 8:43 da Antony Bourdain.

Una menzione speciale va alle noci di macadamia, che troverete ad ogni angolo delle Hawaii in comode lattine dai prezzi esorbitanti.

A Big Island ci sono due fabbriche di noci con tanto di shop e free sample (la gigantesca Mauna Loa e la più piccola ma più buona Hamakua, che ha gentilmente offerto a me e ai miei compagni di viaggio circa 10 kg di noci a testa che ci siamo portati a casa sotto forma di ciccia). Non credo di dover aggiungere altro.

Come sono gli hawaiani?

La domanda da fare è “dove sono gli hawaiani?”. L’influenza giapponese/koreana/cinese/asiatica in generale, ha avuto un’influenza veramente fortissima sulle popolazioni locali – di origine polinesiana -e quindi di hawaiani “originali” ce ne sono pochi o sono comunque mixati con altre etnie. A differenza degli USA in generale dove l’interazionè è altissima ( siamo stati deliziosamente assaliti di chiacchiere decine di volte durante il viaggio da parte di americani della “mainland”), gli hawaiani sono piuttosto schivi. Non so se è un limite linguistico, culturare o perchè gli stavo sulle palle io. Questa è forse la parte che mi è mancata di più.

 

E tu quali curiosità hai sulle Hawaii?

Scrivimele nei commenti!

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

23 Comments

  • Reply Paola

    Posso dissentire sul Brutta Brutta di Honolulu?
    A me è piaciuta molto Chinatown con i suoi ristorantini tipici e il mercato. E poi Iolani Palace per me è stata la svolta: ti permette di comprendere veramente la storia delle Hawaii.

    11 Maggio 2016 at 15:11
    • Reply Paola Annoni

      Davvero!?
      Io anche Chinatown l’ho trovata davvero brutta (carino un mercato, e il cibo thai che abbiamo mangiato era favoloso). Trascuratissima e piena di homeless (trovati praticamente solo lì). Tu quando ci sei stata?
      Iolani Palace purtroppo era chiuso quando siamo andati, abbiamo scelto di dedicare alla natura il giorno in cui c’era bello perchè la domenica avevano messo brutto… Peccato che la domenica è tutto chiuso :/ Mi toccherà tornare!
      un bacione viaggiatrice! 🙂

      11 Maggio 2016 at 15:53
  • Reply Paolo

    A me Waikiki e’ piaciuta un sacco 🙂 !!
    Ovviamente ho poi adorato Maui…!

    12 Maggio 2016 at 16:39
    • Reply Paola Annoni

      Davvero!? Sarà che quando io vedo la natura che viene brutalizzata dal cemento mi indispongo sempre un po’!
      Maui mi è rimasta nel cuore… CI penso spessissimo, ci tornerei al volo!

      14 Maggio 2016 at 10:32
    • Reply Paola Annoni

      E’ così fintissima Waikiki… Forse amo più i paesaggi un po’ selvaggi, la natura meravigliosa che c’è dietro l’angolo! 😀

      18 Agosto 2016 at 18:59
  • Reply Andrea

    “neanche a Fiorezuola lascio la macchina aperta con la reflex dentro in bella vista” ahahaha questa mi è piaciuta 😛
    A parte gli scherzi hai visto davvero dei paesaggi stupendi!!

    13 Maggio 2016 at 8:16
    • Reply Paola Annoni

      …E immagina dal vivo! Spero tu possa andarci prestissimo!

      14 Maggio 2016 at 10:31
    • Reply Paola Annoni

      Le Hawaii sono il posto più figo del mondo, te lo garantisco <3

      18 Agosto 2016 at 18:58
  • Reply Alessandra

    che foto stupende (e che voglia di andarci).

    13 Maggio 2016 at 15:03
    • Reply Paola Annoni

      Grazie <3 Io pensavo che le Hawaii fossero un po' sopravvalutate, invece, proprio tutta la loro fama se la meritano! Solo dovrebbero girare più foto "lontane dalle spiagge"!

      14 Maggio 2016 at 10:30
  • Reply Paola

    Ciao Paola, io ad agosto andrò in luna di miele 12 giorni alle Hawaii,abbiamo scelto di vedere 4 isole(Big island 3 giorni,maui 4 giorni, kauai 3 giorni, Ohau 2 giorni. LO SO SN TROPPO POCHI perché sn tutte splendide e c’è tanto da vedere. Nn potevamo aggiungene altri giorni perché dopo ci spostiamo in Polinesia e poi Los Angeles. Gentilmente potresti dirmi le cose più belle da fare e vedere a Big Island e Maui? Premetto ke amo la natura ed ho già qualche idea… vorrei sapere inoltre il punto esatto o il nome della foresta dove osservare gli eucalipti arcobaleno.Ti ringrazio anticipatamente.

    26 Giugno 2016 at 14:26
    • Reply Paola Annoni

      CIao Paola! Mamma mia 12 giorni… Trooooppo poco per la densità pazzesca di cose da fare e da vedere! A maui Frei un giorno Lahaina + vulcano, un altro giorno la road to Hana (ho appena scritto un post con tanto di video… QUando lo vedrai capirai perchè la trovo imperdibile), poi un po’ di relax sulle spiaggie tipo big beach il 3° giorno..
      PEr big Island, dipende da che parte dell’isola state 🙂
      Il Kilauea è imperdibile (ne ho già scritto un post)… Per Ohau trovi un post su una giornata lungo la costa più bella dell’isola da fare in un giorno!
      CI vorrebbero due settimane per isola! Vedrai, ti innamorerai! Se hai bisogno scrivimi!

      29 Giugno 2016 at 7:21
  • Reply roberta

    anche io come te non ho mai subito il fascino per le Hawaii ma poi me ne sono follemente innamorata ho sofferto la stessa saudage e infatti l anno dopo sono tronata! scoperndo così nuove isole.
    Come te io non o molto amato Honolulu anzi la prima sera quando siamo arrivati mi volevo sparare ho pensato o mamma mia dove sono finita..ma poi ho messo i piedi in acqua ed è stato un grande amore! direi che è meglio se non hai visitato kauai così hai un motivo in più per tornare…in quel caso mi appunetrei anche di visitare Molokai, un isola incantevole!

    1 Agosto 2016 at 19:05
    • Reply Paola Annoni

      Forse perchè si ha sempre nella testa questa idea di Hawaii americanizzate e “mare bikini spiagge e magnum PI”, in realtà sono un mondo meraviglioso di natura spesso incontaminanta…stupendo <3
      Eh, niente, mi tocca tornare! 😉

      6 Agosto 2016 at 11:04
  • Reply Antonella

    Ciao Paola, sto programmando un viaggio alle Hawaii per il prossimo novembre. I primi tre giorni resteremo su Oahu visto che si atterra ad HNL…poi Big Island per i successivi 8 giorni. Volendo girare tutta l’isola, mi consigli di stabilire un punto fisso per dormire (ad esempio, Kona) tutta la settimana, oppure cambiare hotel man mano che si procede alla scoperta dell’isola? Non ho ancora ben chiari i tempi di percorrenza e le dimensioni dell’isola…Dilungati pure su consigli e suggerimenti! 🙂 grazie mille!

    10 Settembre 2016 at 6:52
    • Reply Paola Annoni

      Ciao Antonella! Scusa per la lenta risposta! Io vi consiglio di dividere Big Island in due e di dormire a Hilo e poi a Kona, per comodità negli spostamenti è sicuramente il meglio. LE distanze sono ampie, anche se i paesaggio sono favolosi! <3 VI consiglio di prenotare tutto prima, perchè costa tanto ed è meglio mettere le mani avanti! 😀

      15 Settembre 2016 at 9:40
  • Reply Matteo

    Io parto a metà Ottobre per 17 giorni di viaggio di nozze
    Ho suddiviso i giorni in:
    4 a BIG ISLAND
    3 e mezzo a MAUI
    2 e mezzo a KAUAI
    4 a OAHU
    c
    che ne pensi???

    23 Settembre 2016 at 10:41
    • Reply Paola Annoni

      CIao Matteo! Prima di tutto ti dico una cosa: inviiiiiiiidia!! 😀 Le Hawaii sono uno spettacolo e ti innamorerai.
      Se devo essere sincera io cambierei un po’ quei 4 giorni a Oahu. Almeno uno lo toglierei e lo metterei a Big ISland che è gigante e ci vuole un po’ a vederla, rischieresti di perderti dei pezzi.
      Poi io non faccio testo, farei Maui Maui Maui ^__^

      23 Settembre 2016 at 15:43
      • Reply Matteo

        SPERIAMO… incrocio le dita per il meteo
        X quanto riguarda i 4 gg a Oahu li ho pensati così perchè vorremmo fare 1 o 2 gg di assoluto RELAX in spiaggia e dato che questa è l’ultima isola che visiteremo la scelta è stata questa

        per Big Island l’idea è questa…
        day 1 BIG ISLAND – spiagge varie (RELAX) – notte a Kona
        day 2 BIG ISLAND – Mauna Kea e visita zona nord-est dell’isola – notte a Kona
        day 3 BIG ISLAND – visita zona sud-ovest dell’isola e vulcanoes np – notte a Volcano
        Day 4 BIG ISLAND – vulcanoes np – notte a Hilo

        23 Settembre 2016 at 15:52
  • Reply Stefania

    Ciao! Una domanda…a Maui si riesce a muoversi con i mezzi? Ci vorrei a dare ad agosto per 4–5giorni…tra l’altro tu cosa consigli? Maui o Oahu?

    4 Luglio 2018 at 21:23
    • Reply Paola Annoni

      Ciao Stefania, a Maui non ci sono i mezzi pubblici, quindi per forza serve la macchina 🙂
      Per me Maui tutta la vita, ma per me è il posto più magico del mondo, quindi non so se il mio parere vale 😉
      Stai progettando il viaggio?

      6 Luglio 2018 at 11:24
      • Reply Matteo

        Ciao Stefania
        Ti consiglio assolutamente di noleggiare un’auto su Maui; primo per la mancanza di mezzi pubblici ma soprattutto perchè, pur essendo piccola è molto dispersiva (colpa del vulcano Haleakala che ti obbliga a fare un giro incredibile per arrivare a Hana)
        Maui è la miglior isola x il mare ma per me la più bella è Kauai… con ciò non dico che Oahu sia brutta, ma di sicuro meno caratteristica

        6 Luglio 2018 at 14:48
  • Reply Giovanni

    Ehi ciao!
    Bellissima questa recensione sulle hawaii e molto utile!
    Vorrei dei chiarimenti se puoi aiutarmi 🙂

    1 Appena arrivata in aereo alle hawaii hai noleggiato l’auto in aeroporto? Se no, come avete fatto a raggiungere il vostro albergo? Taxi?
    La patente italiana va bene?

    2Hai prenotato prima i voli per le altre isole e i posti per dormire?

    3La connessione internet come va lì? C’è segnale per il cell? Che operatore avevi?

    4 ci daresti una idea delle spese totali sostenute tra viaggio e tutto?

    5 come se la cava chi non conosce l’inglese?

    6 stagione del viaggio? Pioveva?

    7 dimmi le 3 opere naturalistiche che più ti sono piaciute e che sono un must…a proposito, dove hai trovato tutte le info? Mi riferisco alle cose da visitare…esiste una lista?

    So che sono tante domande ma vorrei avere le idee chiare se dovrò partire…un abbraccio e grazie!

    3 Febbraio 2019 at 1:19
  • Leave a Reply