Follow:
Arizona, California, Parchi USA, Texas, USA, USA - MI

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Se si pensa al far west, il primo pensiero è sempre solo quello di una strada polverosa e un gigantesco cactus come quello che si vede nei cartoni animati, con le braccia alzate al cielo e grandi spine.

Quando poi vai nel sud ovest per la prima volta, ti rendi conto che i cactus sono davvero tanti, diversi tra loro e soprattutto cominci a dargli un nome, e sai che quelli sono “solo” dei saguaro.

Ecco quindi una lista approfondita di parchi in cui potete trovare deserti e cactus di tutti i tipi, oltre il solito stereotipo e approfondendo le meraviglie di deserti statunitensi.

Saguaro National Park, Arizona

Parco emblematico se si pensa ai cactus, anche perché qui è possibile trovare i cacti più alti del Nord America, che raggiungono dimensioni davvero imponenti, sia per altezza (il più alto mai registrato tocca i 23 metri) che per larghezza.

Saguaro National Park si trova nel Sonora Desert e ha una curiosa “disposizione”. Come il Theodore Roosevelt National Park, ha due distretti ben distinti e separati: il Ricon Mountain District (a est di Tucson, parte originale del parco e diventato zona protetta nel 1933 grazie al buon Herbert Hoover) e il Tucson Mountain District (ad ovest di Tucson aggiunto poi in seguito, nel 1961.)

La parte più “ricca” di esemplari e più comodamente accessibile per chi ha tempi stretti, è sicuramente la parte ovest. Dopo aver fatto una tappa al Visitor Center di Red Hill, la tappa decisamente imperdibile la Scenic Badaja Loop Drive, una strada sterrata (ma fattibilissima con qualsiasi tipo di macchina, noi l’avevamo fatta con un van) di circa 6 miglia che offre panorami mozzafiato.

Se avete voglia di camminare, fate una camminatina per vedere il Valley View Overlook: la distesa di saguaro sotto e il deserto che vi si staglierà di fronte dopo una breve camminata, è davvero incredibile.

Se siete nell’altro distretto, quello ad est di Tucson (sono decisamente lontani, le due entrate distano circa 1 ora di strada), potete seguire un’altra scenic drive, la Cactus Forest Drive, una strada ad anello asfaltata, molto tranquilla e con diversi angoli interessanti sui diversi cactus che popolano il parco.

Ovviamente ci sono diversi trail da fare nel parco, per tutti i gusti e tutte le gambe: il mio consiglio e sempre di andare nel Visitor Center e chiedere ai ranger consigli descrivendo le vostre esigenze, quanto volete camminare e la vostra forma fisica. La forma fisica è un dettaglio non indifferente quando si parla di Utah, Arizona e altri parchi in cui le temperature possono diventare davvero roventi in estate.

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro Valley View Overlook:

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità – Saguaro

Organ Pipe Cactus National Monument, Arizona

Sarà che abbiamo visitato questo parco durante un viaggio che ho amato particolarmente, sarà che non c’era veramente anima viva… Ma Organ Pipe è un parco che ho amato davvero tantissimo.

Questi particolari Cactus “a canne d’organo”, crescono spontaneamente solo in questo piccolo angolo di Sonora desert al confine con il Messico (se guardate la mappa, il parco si trova proprio sul confine), in questo National Monument che è protetto dal 1937.

Quando si cercano informazioni su questo parco, spesso si trovano domande riguardanti la sicurezza: il confine con il Messico è proprio nel parco, e potrebbe essere usato come “passaggio” per gli immigrati clandestini. Se ne era parlato molto nel 2015 (vi linko un articolo del The Guardian), in epoca Trump che ha ovviamente sfruttato la storia di un tragico incidente – l’uccisione di un ranger – a causa del cartello della droga, per inneggiare alla costruzione di un muro anche qui. Triplicato il personale del parco e le guardie armate, ovviamente è stato un nulla di fatto.

In questa meravigliosa riserva della Biosfera protetta dall’Unesco, l’attrazione restano questi meravigliosi giganteschi cactus. Ci sono diversi trekking da poter fare e cinque distinte strade panoramiche, in cui fermarsi qua e là per fare foto e video. Perché consiglio più le strade panoramiche rispetto ai trekking?

Perché noi siamo stati in questo parco a marzo ed era già rovente, il pensiero di fare una camminata sotto il sole del Messico (non proprio ma rende l’idea), magari in pieno agosto… Mi fa girare la testa solo al pensiero. Quindi ecco le strade panoramiche da poter fare comodamente in macchina, nella piacevole aria condizionata (che la nostra macchina non ce l’avesse funzionante, è un’altra storia).

Ajo Mountain Drive

Ajo Mountain Drive: la strada più popolare e battuta dell’Organ Pipe Cactus National Monument, un percorso di 21 miglia da fare in macchina (qualsiasi tipo di macchina, ma non per i camper). La mappa dettagliata si può trovareal Kris Eggle Visitor Center. Afffascinante e sempre deserta

Puerto Blanco Drive: questa è l’altra strada super battuta e panoramica, che ha in più la possibilità di raggiungere aree pic nic. Se avete una guida molto vecchia potrebbe non essere segnalata, in quanto è stata risistemata e riaperta nel 2014. Scegliete questa strada se è mattino e avete molto tempo, perché se fate tutto il giro (North Puerto Blanco e South Puerto Blanco) sono circa 41 miglia e chiaramente essendo una strada sterrata, impieghereste almeno 4 ore. Se volete andare oltre il Pinkley Peak è consigliato avere un SUV o una macchina alta.

Le altre strade meno famose sono Bates Well Road (molto accidentata), la Pozo Nuevo Road (una strada di 14 miglia che collega Puerto Blanco Drive con Bates Well Road che offre viste sulle colline di Cipriano, sulla Growler Valley e sullo storico campo di linea di Pozo Nuevo, ma è percorribile solo dai 4×4).

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Organ Pipe National Park -Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

 

Joshua Tree National Park, California

Lo so, lo metto ovunque, ma non posso resistere: Joshua Tree NP è uno dei miei parchi del cuore ed è popolato da una curiosa varietà di piante, il Joshua Tree appunto. Ma vediamo un attimo che piante sono. Il nome botanico del Joshua Tree è Yucca brevifolia ed è un componente della famiglia delle agave, cresce velocemente (arriva a 7cm all’anno) e il più alto registrato è alto 14 metri (davvero enorme, ma non se ne vedono tanti così in giro). La leggenda vuole che l’albero abbia preso il nome dai coloni mormoni che stavano attraversando il deserto del Mojave a metà del 1800 e il nome – chiaramente derivato dalla sua forma insolita – nasce da una storia della bibbia in cui Giosuè allunga le mani verso il cielo in preghiera.

Questo cactus si trova ogni tanto anche in Utah, Arizona e Nevada, ma è qui, in Californa nel Deserto del Mojave che si trova il maggior numero di esemplari.

Il Joshua tree National Park copre un’area di più di 3000 km2 di arido deserto con oasi sparse e una storia curiosa che include morti celebri – il cantante Gram Parsons è stato trovato qui senza vita – e dischi ad esso dedicati, come quello degli U2.

Nel caso arrivaste da Las Vegas, fermatevi a Twenynine Palms e controllate che il serbatoio dell’auto sia pieno: all’interno del parco non ci sono distributori e non è il massimo trovarsi a piedi qui, anche se di macchine ne passano.

Hidden Valley

Se entrate dall’entrata principale, la Western Entrance, puntate verso il primo trekking che io consiglio sempre di fare: la Hidden Valley, un loop trail semplice di circa 1 miglio (1,6 km) che alterna piccoli punti di camminata ad una curiosa vegetazione. Il percorso è battuto e si inerpica tra le rocce di questo angolo di parco in cui i ladri di bestiame nascondevano il bottino. Se dovete scegliere quali camminate fare, questa è consigliatissima.

Se decidete di proseguire fino alla Barker Dam per provare ad avvistare la famosa pecora delle montagne rocciose, siate pronti a trovarvi davanti una diga piuttosto brutta e che assomiglia più che altro ad un muretto. Il resto del panorama e percorso non sono nulla di che.

Proseguite da ovest verso est e fate tappa alle Jumbo Rocks: uno degli stop più famosi e frequentati di tutto il parco. Il percorso è breve e la visita spesso si conclude nell’andare a vedere la “Skull Rock” (la celebre roccia a forma di teschio): lungo il percorso si possono trovare diversi arrampicatori, scuole e gruppi.

Joshua Tree NP- Hidden Valley- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Joshua Tree NP- Hidden Valley- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Joshua Tree NP- Hidden Valley- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Cholla Cactus Garden

Ritornate lungo la strada e fermatevi nella nostra zona preferita di tutto Joshua Tree: il Cholla Catus Garden. In questo percorso sul bordo occidentale del Pinto Basin troverete una distesa di u particolare cactus-  chiamato ironicamente teddy bear cholla, il cui nome corretto è cylindropuntia bigelovii – dalle spine insidiose, ma dalla bellezza unica.

Potete arrivarci a qualsiasi ora del giorno, ma nella cosiddetta “golden hour”, quando si avvicina il tramonto, sarà ancora più bello. La passeggiata è ad anello, in pianura e lunga 600 m: irrinunciabile.

L’unica avvertenza è stare molto attenti perché questi  curiosi cuscinetti spinosi si attaccano davvero a qualsiasi cosa: scarpe, magliette, mani: quindi, state attenti altrimenti ve li portate fino a casa.

Joshua Tree NP- Cholla Cactus Garden- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Joshua Tree NP- Cholla Cactus Garden- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Joshua Tree NP- Cholla Cactus Garden- Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

 

Anza Borrego State Park, California

Anza Borrego – Fonts Point – Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Quasi 2500 chilometri quadrati, per il più grande parco statale della California, che si estende dal bordo delle montagne costiere fino al Salton Sea, per raggiungere quasi il confine con il Messico… Ed è incredibile come così grande venga ignorato praticamente da chiunque. Nonostante i paesaggi bellissimi, la varietà di cactus, i canyon e tutto il resto.

Oltretutto vorrei elencare sommariamente le meraviglie di questo parco (che anche noi abbiamo visto troppo poco e male):

  • Trail per tutti i gusti
  • Un deserto che fiorisce in modo pazzesco ogni primavera
  • Palm Wash, uno slot canyon veramente selvaggio
  • Rocce tipo badlands
  • Cactus di ogni tipo, genere e forma
  • Dune enormi come nel deserto
  • Gigantesche statue in ferro incastrate nella terra arida del deserto

Credo che il problema di questo parco è che è troppo grande, troppo “spalmato” su un territorio enorme e la gente ci passa in mezzo e nemmeno si accorge che lo sta attraversando. Ma vediamo qualche angolino interessante legato al mondo dei cactus.

Anza Borrego Cactus Loop Trail

Anza Borrego – Credit https://www.onewildlifeco.com/

Forse il punto con la più alta concentrazione e varietà di tutto il parco, tutto concentrato in una camminata di circa 1 chilometro e un leggero dislivello.

Un opuscolo con guida ai sentieri fornito da un parco statale offre un corso accelerato nelle piante uniche della zona su questo anello di 0,75 miglia con 225 piedi di dislivello. Di fronte al Tamarisk Grove Campground c’è un display dove prendere mappa con le indicazioni passo dopo passo per vedere le diverse specie di cacti.

Lungo il percorso ci sono chuparosa (un cespuglio con fiori tubolari rossi molto apprezzati dai colibrì), cactus ocotillo, cactus cholla, cactus a coda di castoro e un’infinità di altre piante, ed è anche molto facile avvistare piante di agave.

Se però capitate in questa zona nel periodo di metà aprile, ci sono diversi punti in cui andare a godersi la fioritura dei cactus e delle piante, in questo deserto che fiorisce in maniera semplicemente incredibile.

Come per la fioritura dell’Hanami in Giappone, anche qui ci sono segnalazioni e aggiornamenti: uno dei siti migliori è Borrego Blooms.org, che aggiorna quasi quotidianamente dove poter andare a vedere la fioritura. Oltretutto come spesso faccio, vi consiglio un post di California trough My Lens su dove trovare la migliore fioritura di cacti all’interno del parco.

Anza Borrego – Credit https://www.onewildlifeco.com/

Cactus Loop Trail in Anza-Borrego Desert State Park credit https://www.hikespeak.com/

Big Bend National Park, Texas

Ci spostiamo sempre lungo il confine con il Messico, ma nel vicino stato del Texas, dove a differenza di quanto si pensi, non è tutto solo pianure e trivelle per il petrolio. Diciamo che il Big Bend National Park non è frequentatissimo ma è abbastanza interessante.

3400 km quadrati nel Texas sud Occidentale in quella parte americana di deserto del Chihuahua, Big Bend National park ha diverse attrattive, oltre ad una varietà decisamente ampia di cactus. Personalmente mi è piaciuto davvero un sacco.

Quindi cosa c’è da fare in questo gigantesco parco in cui ci sono montagne, canyon e ovviamente, il Rio Grande?

Santa Elena Canyon

Forse l’escursione più spettacolare è quella da fare attraversando e camminando il fiume, nella zona del Santa Elena Canyon: una maestosa spaccatura di 460  metri di altezza, nella roccia attraversata dal fiume. Curioso soprattutto perché, dall’altra parte del fiume, c’è il Messico. La passeggiata (neanche 3 km, senza dislivello), merita davvero una tappa.

Se non avete voglia di camminare, comunque si può vedere il canyon anche dal parcheggio. Ma di sicuro arrivando là vi verrà voglia di fare due passi.

Che abbiate voglia di camminare o meno, imperdibile un giro in macchina sulla Ross Maxwell Scenic drive, che attraversa il deserto sulla strada per Castalon e l’area del Canyon. La vista sulle montagne è spettacolare. Uno stop al view point del Mule Ear Spring Trail, merita, anche se non si vuole fare il percorso.

E i cactus? Visto che questo è un post dedicato a loro: anche in questo parco la varietà (e la fioritura primaverile) sono il cuore della flora del deserto che ingloba il parco. Qui potete trovare tutta la varietà dei cacti che potete trovare lungo i trail: molto comuni i fichi d’India e quello che noi chiamiamo “cuscino di suocera”, che fioriscono proprio a primavera.

Vi segnalo alcuni trail facili e fattibili, dove comunque vedere piante e godersi il panorama senza troppi sforzi.

Santa Elena Canyon Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Santa Elena Canyon Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Big Bend NP Dove vedere i Cactus nel Sud Ovest degli Stati Uniti? Parchi, informazioni e curiosità

Chihuahuan Desert Nature Trail

Vicino a Dugout Wells, questo percorso ad anello di meno di un chilometro, ha diverse targhe informative ed è consigliato anche per famiglie: è breve, pianeggiante, offre informazioni curiose e una panoramica sulla flora del parco. Ci sono tantissimi tipi di cactus lungo il percorso (occhio alle dita!). E’ anche un buon posto per fare un picnic e avvistare uccelli.

Chisos Basin Loop Trail

Percorso poco trafficato che parte dal Visitor center di Chisos Basin: circa 3 km totali (si può fare in entrambi i sensi) e viste grandiose su Emory Peak e i Pinnacles.

Mule Ears Spring Trail

Cosa sono queste “orecchie di mulo”? Due picchi vulcanici che spuntano nel deserto (visibili anche mentre si percorre la Ross Marxwell Scenic Drive). Inizia al Mule Ears Overlook e conduce nel deserto di Chihuahua fino a una sorgente, dove il deserto secco grigio e marrone si trasforma in un’oasi verde di pioppi neri americani e altre piante. E’ un’escursione tutta al sole, da evitare nelle ore più calde della giornata e totalmente sconsigliata d’estate.

Una piccola aggiunta già che siete in zona? Non perdetevi una tappa a Terlingua, una cittadina quasi fantasma che ha ispirato l’album di Jerry Jeff Walker Viva Terlingua!… E’ un posto decisamente curioso!

 

Share:
Previous Post

You may also like

No Comments

Leave a Reply